Trekking & Swimming.Una nuova proposta del Parco di Porto Venere Stampa E-mail
Trekking and Swimming

L’occasione era troppo ghiotta. Neppure il sole cocente del mese di Agosto li ha fermati!

Persone di Lugano, Legnano, Firenze, Saronno, Napoli, Prato, Genova e naturalmente della Provincia della Spezia, puntuali si sono presentate sull’isola Palmaria per partecipare alla manifestazione ideata dal Parco di Porto Venere “Trekking & Swimming” . Organizzata in occasione della tradizionale chiusura del canale di Porto Venere dal Parco di Porto Venere in collaborazione con l’associazione di riferimento Mangia Trekking, la manifestazione sportiva vuole essere un’opportunità in più per vivere e far conoscere il meraviglioso Parco dii Porto Venere..

Partiti alle ore 10.45 dal Terrizzo gli escursionisti hanno percorso la Strada dei Condannati fin sulla vetta dell’isola. Quindi una breve visita al Centro di Educazione Ambientale, dove il Comune di Porto Venere ha realizzato un importante recupero ambientale, poi via in discesa verso la baia del Pozzale ove avrebbero fatto la prima sosta ed il primo bagno di mare della giornata. Gli escursionisti hanno trovato una bella accoglienza presso la “Terrazza Belvedere”, ove il Comando del Centro Elioterapico dell’Areonautica Militare ha gentilmente organizzato per loro le condizioni per una sosta.

Il tempo per fare una nuotata, per consumare il pasto al sacco e rispettare il minimo previsto riposo osservando la magnifica isola del Tino, e poi via di nuovo in cammino, verso la Baia “Carlo Alberto” per la mitica traversata Palmaria Porto Venere. E dove Mangia Trekking doveva assicurare la propria presenza e partecipazione alle operazioni di assistenza ai bagnanti in collaborazione con il Comando della Delegazione di Spiaggia Comunale della Capitaneria di Porto, insieme alla società di salvamento comunale.

In una giornata assolutamente gioiosa, uno splendido esempio di tenacia e carattere, lo hanno fornito due bambine di sei e quattro anni, Giulia ed Elena, provenienti da Saronno, che “in barba” al caldo ed alla fatica, insieme ai propri genitori hanno prima percorso il periplo dell’isola e quindi nuotato, attraversando il canale di Porto Venere andata e ritorno. Alle ore 18.00 dopo tanto camminare e nuotare, tutti entusiasti per la bella esperienza, gli escursionisti si sono salutati scambiandosi indirizzi di mail e dandosi appuntamento all’anno prossimo.



Via: www.parconaturaleportovenere.it